header-banner

Il nuovo salario minimo a partire dal 2019: quale sarà l’impatto sui lavoratori?

Il salario minimo legale dal 01.01.01.2019 è di € 9,19 all’ora. Quali sono le conseguenze per i lavoratori?

Già nel 2015 è stato introdotto in Germania un salario minimo obbligatorio di 8,50 euro l’ora, che nel 2017 è stato portato a 8,84 euro l’ora.

Il 31.10.2018 il Consiglio federale ha approvato un’ordinanza del Ministro federale del lavoro in base alla quale il salario minimo sarà portato a 9,19 euro all’ora a partire dal 01.01.01.2019.

Secondo la legge che disciplina un salario minimo generale (MiLoG), ogni lavoratore ha diritto al pagamento di un salario almeno pari al salario minimo da parte del datore di lavoro. Tale diritto sussiste indipendentemente dal fatto che il datore di lavoro sia domiciliato in Germania o all’estero, a condizione che il lavoratore sia occupato in Germania.

In linea di principio, tutti i dipendenti hanno diritto a un salario minimo. Vi sono solo eccezioni, ad esempio, per alcuni tirocini o in relazione all’integrazione dei disoccupati di lunga durata.

Secondo le disposizioni di legge, il salario minimo deve essere pagato al più tardi l’ultimo giorno lavorativo bancario del mese successivo a quello in cui il lavoro è stato svolto.

Sebbene i regolamenti MiLoG siano relativamente semplici, molti dipendenti non ricevono il salario minimo anche dopo la sua introduzione.

Come riportato da Zeit-online al 31.10.2018, 800.000 persone in Germania hanno guadagnato meno del salario minimo nel 2017, anche se in pratica non hanno rispettato la legge sul salario minimo.

Le multe previste dalla legge e il cosiddetto „Controllo Finanziario del lavoro sommerso“ non impediscono ovviamente a molti datori di lavoro di pagare i propri dipendenti meno di quanto hanno diritto.

I dipendenti che guadagnano meno del salario minimo sono pertanto invitati a rivolgersi all’assistenza legale. Inoltre, nessuna disposizione del contratto di lavoro che riduce il salario minimo o limita o esclude la sua applicazione impedisce ai lavoratori interessati di farlo. Tali accordi sono generalmente inefficaci.

Sebbene le disposizioni di legge di MiLoG prevedano che il diritto al salario minimo sia garantito prima di qualsiasi periodo di divieto previsto dal contratto di lavoro o di eventuali deroghe, esso è comunque soggetto a prescrizione.

Tuttavia, il termine di prescrizione per i diritti al salario scaduto è di tre anni dalla fine dell’anno in cui è sorto il diritto al salario.

I dipendenti che attualmente o in passato hanno ricevuto un salario inferiore al salario minimo dovrebbero pertanto rivolgersi a un consulente legale. In questo caso, c’è una buona probabilità che il salario sottopagato possa ancora essere richiesto per un periodo di tempo negli ultimi tre anni.

Tutte le informazioni sul salario minimo in Germania sono disponibili nella nostra pagina di panoramica.

Bewerten Sie diesen Beitrag:
1 Stern2 Sterne3 Sterne4 Sterne5 Sterne (Jetzt bewerten)
Loading...

Haben Sie Fragen zum Fall?

Name *

E-Mail-Adresse *

Telefonnummer

Nachricht *

Ich habe die Datenschutzerklärung gelesen und akzeptiere diese.

Über den Autor

István Cocron ist Spezialist im Bereich der Beratung von Start-Ups und Unternehmen, im Gesellschafts- und Kapitalanlagerecht sowie der Vertretung von Versicherungsnehmern. Er besitzt umfangreiche forensische Erfahrung und hat bereits etliche Großverfahren für Anleger und Verbraucher aus dem gesamten Bundesgebiet betreut. Rechtsanwalt Cocron beschäftigt sich zudem seit mehren Jahren mit den neuesten Entwicklungen aus dem Bereich der IT, insbesondere den Themen Blockchain und Cryptocurrencies. Er besitzt langjährige Erfahrung im Bereich der nationalen und internationalen Zwangsvollstreckung, ist Mitglied mehrerer Gläubigerausschüsse sowie nationaler und internationaler Vereinigungen von Juristen. Rechtsanwalt Cocron ist Gründungspartner der Kanzlei CLLB Rechtsanwälte.
030 / 288 789 60
030 / 288 789 620